Fare un documentario

Documentari Videomnia

Videomnia ed i documentari in alta definizione

Videomnia si occupa anche di DOCUMENTARI
come si può evincere dal sito ad essi dedicato. In questo momento siamo impegnati su un lavoro sulla danza propostoci dalla coreografa Luisa Signorelli, da uno sulla sanità propostoci dal Primario Maxillo facciale Sandro Pelo e forse un lavoro sugli istituti militari d”avanguardia in Italia e forse anche in Germania. Quest’ultimo film dovrebbe poi essere presentato nella televisione Ucraina.

Qui un trailer di un lavoro realizzato in Afghanistan nelle basi militari italiane con il montaggio nei nostri studi di Roma a cura di Angelo De Arcangelis.

Fare un documentario richiede innanzitutto un’idea chiara di quello che si vuol descrivere, quindi uno storyboard ben preciso e dettagliato. Non aver programmato le linee guida comporterà molto tempo per le riprese ed il rischio in fase di montaggio di non avere proprio quello che serviva. Una scaletta permette di raggruppare le immagini che serviranno per le coperture e quelle che costruiranno il telaio del racconto. Le interviste poi saranno fondamentali per arricchire i documenti con testimonianze. Spesso si utilizza anche una voce narrante per raccordare meglio le situazioni e rendere chiaro il filo che si sta seguendo.

Videomnia poi mette a disposizione le sue TECNOLOGIE in alta definizione che rendono possibili al regista soluzioni anche difficili ma di impatto. Telecamere broadcast ed ottiche HD danno al prodotto un livello importante. Basta pensare alla grandiosità dell’ottica grandangolare Canon che la nostra agenzia utilizza su una delle due telecamere Sony 730. I niovi Pix 240 monitor a colori per controllare le riprese e capaci di registrare su hard disk anche con il 4:2:2.  Microfoni sennheiser di tutti i tipi per un audio di qualità indispensabile ad un documentario che vada in televisione. Cavalletti professionali, possibilità dell’uso di una steadycam, parco luci calde o fredde ed a volte l’utilizzo di microcamere per situazioni difficili sempre con l’alta definizione.

Fin qui abbiamo parlato solo delle riprese ma poi il film si concretizza nello studio di montaggio, nelle sale editing dove computer ultra veloci permettono di assemblare il girato, dargli forma, correggerlo, arricchirlo di grafica e titolazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

//]]>