Teatro Spazio 47

Teatro Spazio 47 attori professionisti della cultura al servizio dell’Arte e del Cinema. Tra le compagnie Teatrali della Regione Lazio sicuramente degna di nota. Con attori giovani ma già affermati come Giada Foletto, Stefano Romani e Giulia Statuto.

Il Teatro ai tempi del Coronavirus

Teatro Spazio 47
Giulia Saluto attrice

Vittorio Sgarbi all’inizio di questa pandemia si scagliò in Parlamento in difesa dell’Arte e del mondo dello Spettacolo. Forse lo fece un pò sopra le righe, come suo costume, ma il concetto Coronavirus/Teatro come morte degli attori non era sbagliato. Una delle categorie più colpite dagli effetti collaterali del morbo è proprio quella dello Spettacolo. Teatri e Cinema chiusi, Produzioni ferme. Tanti attori senza lavoro e senza protezioni economiche. Prendiamo come esempio Teatro Spazio 47, una piccola, ma viva realtà dell’interland romano (Aprilia). Si facevano spettacoli con tanto pubblico e si lavorava in un laboratorio dove Giada Foletto insegnava recitazione. Proviamo a mettere insieme le parole Teatro e Scuola e capiamo perchè Sgarbi fosse tanto incazzato. Questi attori giovani e bravi sono spesso senza alcuna copertura contrattuale. Se non lavorano non guadagnano. Il problema non è poi così piccolo, se consideriamo gli attori categoria non protetta.

Monica Guerritore ad 8 e mezzo

Teatro Spazio 47
Stefano Romani attore

Nella famosa trasmissione di Lilli Gruber è intervenuta Monica Guerritore, grande attrice italiana. Nel dibattito si è parlato della crisi dello Spettacolo. Per non aspettare il 2021 il Teatro deve appoggiarsi alla televisione ed allo Streaming. Gli spettacoli si possono continuare a fare negli Spazi loro destinati ma con una platea virtuale. Riprendendo le rappresentazioni con Troupe professionali gli spettacoli possono essere mandati in streaming. Una password su un canale dedicato garantirà la possibilità di un biglietto (magari politico). Sponsor potranno poi coprire il grosso dei costi. Quanti asseriscono di voler aiutare il Cinema ed il Teatro? Questo è un modo di farlo in modo elegante e costruttivo. Ci rendiamo conto di quanta mondezza va in televisione e sul web? Se le grandi case, i grandi marchi, ma anche i grandi Attori e Registi offrissero uno spettacolo al Teatro emergente, immaginate il risultato? Compagnie che non fallirebbero, che avrebbero visibilità e tanta cultura al posto degli idioti Quiz e degli Show replicati all’infinito.

Teatro Spazio 47 attori professionisti della cultura

Teatro Spazio 47
Stefano Romani Teatro

Proviamo a vedere come un gruppo di attori bravi e pieni di volontà può reagire al Coronavirus. Innanzitutto allargando la propria immagine. Un attore di Teatro può essere bravo nel Cinema e nella Televisione. Può diventare un Voice over, un doppiatore, un Promoter. La pubblicità non si ferma neppure ai tempi del Virus, anzi viene incrementata. Ecco una possibilità di lavoro e di guadagno. Mai rassegnarsi, mai piangersi addosso. Innovare, riproporsi in altro aspetto. Consiglierei a questi bravi attori di appoggiarsi ad una buona Agenzia di Comunicazione. Collaborare in un reciproco interesse. Continuare a provare e mettere su spettacoli. Il video digitale, l’Evento Virtuale possono aprire nuovi orizzonti. Non c’è più solo la televisione. Internet è il nuovo vero Palcoscenico. Giada Foletto ha dato il suo volto e la sua interpretazione per un Corto molto bello di Manuel Martino. Sarebbe dovuto andare in anteprima alla Casa del Cinema di Roma il 14 Aprile. Così non è stato ma questo non vuol dire che non avrà presto la sua platea.

Scarica il PDF brochure

Videomnia_brochure_teatro