Monitor Broadcast montaggio HD

I nuovi attrezzi del mestiere utilizzati da Videomnia, per offrire sempre il massimo ai suoi clienti.

Monitor Sony HD

Per montare Videomnia si serve esclusivamente di apparecchiature broadcast

 

 

Il monitor LCD BVM-L230 sostituisce i modelli CRT della serie BVM-A, iniziando una nuova era nelle applicazioni broadcast di post-produzione, digital cinema, valutazione e masterizzazione.

Un prodotto flessibile di qualità eccezionale scelto da Videomnia per permettere le più accurate correzioni di colore e sfumature nel montaggio.  La tecnologia allo stato dell’arte e l’eccezionale qualità delle immagini fanno del BVM-L230 il monitor LCD di riferimento più avanzato attualmente disponibile sul mercato.  Come per tutte le tecnologie di livello superiore, la nostra Agenzia di Comunicazione ha ritenuto utile investire utilizzando anche finanziamenti di Sviluppo Lazio al fine di dotare la sala di postproduzione di un monitor che valesse veramente questo nome.
In grado di competere con i migliori monitor CRT quanto a precisione e prestazioni, il nuovo BVM-L230 visualizza immagini in formato Full HD nativo a una risoluzione di 1920×1080 pixel.

Lo schermo LCD ha un frame rate elevato e un driver a 10 bit che assicurano una riproduzione ottimale delle transizioni tra i colori e tra le tonalità di grigio. Il sistema di retroilluminazione tramite LED ad elevata purezza consente di ottenere un ampio standard di riferimento dello spazio del colore, un controllo superiore dell’uniformità cromatica e un’eccezionale stabilità.

La sala di montaggio che Videomnia mette a disposizione dei suoi clienti oltre al monitor qui descritto si avvale di 3 grandi LCD per i computer ad alta velocità, lettori-registratori per i vari standard. Un’amplificazione di sala per seguire l’audio in ogni fase e molte altre tecnologie.
Il BVM-L230 beneficia di un nuovo motore di elaborazione del segnale a 12 bit, di un algoritmo I/P con ritardo ridotto e di un sistema di gestione dei colori che assicura livelli elevatissimi di precisione e uniformità.
Le nuove modalità Picture-in-picture, Blend e Pixel Zoom, inoltre, ne rendono ancora più flessibile l’impiego.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

//]]>