Totti Francesco Core de Roma

Totti Francesco Core de Roma e le Emozioni bordo campo con Carlo Zampa e Angelo de Arcangelis la Curva Sud dello Stadio Olimpico

Carlo Zampa Emozioni bordo campo

Carlo Zampa Totti Francesco

Continuiamo il nostro viaggio nell’Album dei Ricordi e diamo spazio a Totti ed alla Roma. Nel 1996 fui chiamato dalla as. Roma calcio per realizzare un video racconto della finale di Coppa dei Campioni Juve-Aiax. Si svolgeva a Roma ed il grande Maurizio Cenci voleva motrare l’organizzazione dello stadio olimpico per un evento così importante. Odiavo la Juve e vi confesso che tifai Aiax, invano perchè la Signora vinse. Realizzai un video così bello che mi dettero l’incarico di riprendere tutte le partite della Roma all’Olimpico.

Stadio Olimpico

Ero emozionato come un bambino e mi portai come assistente mio figlio Gabor di soli 8 anni. Da qualche parte ce l’ho ancora quel filmato di 20 minuti. Riprese fuori e dentro lo stadio di un fiume di birra, tanti cori, tante bandiere, tanti tifosi allegri, nemici ma sportivi. Da allora divenni il padrone dello Stadio Olimpico. Fecero due tessee a me ed al mio bambino con le quali potevamo andare ovunque. Conoscevamo ogni angolo dello Stadio, ogni segreto, ogni persona che ci lavorava ed imparammo ad amare ma anche ad aver paura della Curva Sud e di quella Nord. 

Carlo Zampa Core de Roma Totti Francesco

La mia famiglia: Gabor, Adriano e poi Michele e Silvia

Da allora mio figlio Gabor mi seguì sempre nell’avventura con la Roma. Andavamo insieme allo stadio, giravamo ovunque nei sottopassaggi e tutti lo conoscevano. Fino a 16 anni non venne mai a bordo campo ed andava in Curva Sud mentre io lavoravo. poi iniziò a seguirmi anche in trasferta e nei ritiri, dove mi aiutava anche a riprendere. Adriano era più grande di lui e divenne operatore per vari anni come dirò più avanti. Michele e Silvia sono gemelli, 5 anni meno di Gabor e 10 meno di Adriano. Qualche volta venivano anche loro allo stadio come in Roma Parma dello scudetto. Michele piccolo, piccolo lo portavo nella residenza di Sensi a consegnare qualche cassetta stupenda di derby storici. Come quel 5 a 1 con il commento di Zampa che diventava gay per Montella. Peccato che non si possono mostrare. Montella era paperino in un cartone Disney in cui su un aeroplanino con l’elica spennava la coda di un’Aquila. Ho sempre avuto molta fantasia. ma qul video era stupendo.

Francesco Totti il Capitano

Totti Francesco

Per 13 anni ho seguito la Roma ovunque, o meglio, dal ’96 al 2000 a Roma sempre. Poi con Francesco in giro per tutto il mondo. Ho migliaia di aneddoti da raccontare, esperienze bellissime, ma a volte anche tristi e sicuramente faticose. Vivevo sempre in viaggio con la prima squadra anche sulle piramidi con Batistuta, a Mosca dove mi volevano arrestare (hanno avuto sempre simpatia per i giornalisti…!). Con Carlo Zampa le notti in albergo insieme a Cassano a parlar male di Capello. Con Montella il giocatore che ho amato più di tutti. Ma con Giorgio Rossi, il più grande massaggiatoe della Roma, morto troppo presto per poter raccontare tutte le sue storie. Il Video di sopra è un omaggio al Capitano montato da Maurizio Manco ultimo ad entrare nella squadra Videomnia ma sicuramente molto bravo e sul quale il sottoscritto crede molto.

Core de Roma Angelo De Arcangelis

Tante immagini nella galleria che testimoniano la continuità dell’impegno di Videomnia a fianco della Roma e del Capitano. Momenti diversi legati all’ultimo trofeo vinto dalla Roma. Sembrava l’inizio di un ciclo che invece si esaurì in quella grande festa da Checco allo Scapicollo. Francesco Totti e Vito Scala incaricarono Videomnia di realizzare un Album in edizione numerata che ricordasse quell’impresa. Un Foto Libro regalato ai giocatori, dirigenti e personalità importanti. Un onore averlo curato in ogni particolare con anche un dvd delle partite. Ne conserviamo ancora una copia. Una foto di Totti e Cassano prima di una partita allo Stadio Olimpico, finita dopo pochi minuti per un diluvio. Mai presa tanta acqua in vita mia. E prima volta, per me, a Roma di vedere sospendere una partita per il meteo.

Emozioni bordo campo

Emozioni bordo campo Totti Francesco
Emozioni bordo campo De Arcangelis Angelo Totti Francesco

A rendere famosa Videomnia furono le Emozioni da bordo campo una rubrica televisiva molto seguita. Circa 15 minuti di immagini da bordo campo che esaltavano una partita, i protagonisti, il pubblico con grande spazio alla Curva Sud. I cori, le bandiere, le azioni, l’esultanza dei protagonisti con audio ambiente. I tifosi ci amavano e ci chiedevano di non lasciarli mai. I giornalisti sportivi ci interpellavano e ci citavano negli articoli. Scrivevo anche sul Romanista e la cosa mi piaceva molto. Con Cassano un bel rapporto da quando lo ero andato a prendere a Bari per portarlo a Roma. Peccato non abbia seguito i nostri consigli . Era un campione e aveva trovato in Totti il più grande aiuto.

Angelo De Arcangelis

Una storia lunga la mia, dove la Roma ha una parte importante, ma non la sola. Iniziata a raccontare più volte è talmente lunga ed intricata che servirebbe un libro. Mio figlio Adriano partecipò al periodo romanista riprendendo Francesco al Matrimonio e durante la riabilitazione dopo il grave infortunio. Conservo ancora alcune foto mentre recuperava in campo ed in piscina. Anche a villa Stuart in sala operatoria dove con mio figlio eravamo le uniche telecamere ammesse. Oggi ho tanti ragazzi che mi seguono ed a cui volentieri insegno sperando che siano ancora più bravi di me.

Curva Sud

In quegli anni di Roma ed un pò di Lazio, facevo anche tante altre cose. Per esempio lavoravo per la ASL RMA e riprendevo medici, strutture sanitarie, Ospedali. Avevo creato persino un portale di Medicina: medici.roma.it    ma questa è un’altra storia, ne parlerò un’altra volta. Mi occupavo anche di Moda, Pubblicità con lavori anche importanti. E tanti altri Sport che non erano il calcio.

Curva Sud

La Curva Sud è sempre stata la mia casa. Avevo l’abbonamento anche quando ero ragazzo. Provate a capire cosa ho provato quando sono riuscito a scendere in campo. Tutti mi volevano portare la borsa. Facevano la fila per venire con me. Quando poi lavoravo per Rai o Sky facevo anche le interviste. Certo andavo anche a Formello. Ho lavorato anche per una trasmissione della Lazio. Che vuol dire? Si possono anche avere tanti amici Laziali.

Angelo De Arcangelis e Francesco Totti

Totti Francesco

Chiudo questo lungo articolo rendendomi conto di quante cose potrei raccontare. Non so se ci riuscirò e se la cosa possa essere interessante per chi ci legge. Normalmente parliamo di Video, di Eventi, di Pubblicità, di Streaming, i ricordi e la passione sono tutta un’altra Storia.

 

Stadio Olimpico

Potrei raccontare le prime volte che mi fecero accedere allo Stadio da reporter. Allora settembre 1996 non potevo ancora andare in campo ma riprendere dalla Tribuna o in mezzo ai tifosi. Ho immagini eccezionali di un mondo che non esiste più. Quanto era più bello il calcio con i tamburi, la gente che prendeva posto 3 ore prima e si mangiava il panino, ma alcuni anche gli spaghetti. Vecchi che ingannavano il tempo lucidando il bastone. Tutti felici anche se la roma perdeva. La maglia contava. Ed io iniziai in un anno diasastroso con Carlos Bianchi che litigava con Totti in panchina. non aveva capito nulla di Roma e di Francesco.

Totti Francesco
C'è solo un Capitano

Core de Roma

Totti Francesco Curva Sud
Core de Roma Curva Sud
Totti Francesco Curva Sud
Core de Roma Curva Sud
Core de Roma Curva Sud

Francesco Totti